Al momento stai visualizzando Come comunicare con gli Angeli

Come comunicare con gli Angeli

  • Categoria dell'articolo:Angeli
  • Tempo di lettura:6 minuti di lettura
  • Commenti dell'articolo:4 commenti

Gli Angeli sono creature meravigliose che ci affiancano fin dal primo nostro respiro in questa vita.

Siamo abituati a immaginarli alati, con vesti ampie, bellissimi e certamente questo è parte di una tradizione che, nell’immaginario collettivo, ha dato molto spazio alle loro rappresentazioni in ogni forma d’arte sotto queste sembianze.

In realtà gli Angeli non hanno sembianze ben precise, in quanto non hanno una forma fisica, ma si manifestano come entità di immensa energia amorevole, ed è proprio attraverso la percezione di questo immenso Amore che riusciamo a riconoscere la loro vicinanza.
Un Angelo non ci spingerà mai a farci sentire tristi, impauriti, soli, ma ci permetterà di immergerci nella sua energia come cullati da una grande e amorevole Madre.

Che tu creda alla loro esistenza oppure no essi rimangono al tuo fianco disponibili a sostenerti e ad aiutarti in questo cammino di vita, ma solo se tu deciderai di chieder loro aiuto essi potranno intervenire verso di te con il loro supporto.

Come comunicano gli Angeli con te?

Gli Angeli cercano davvero in ogni modo di comunicare con te, perché il loro scopo è quello di poterti far sentire quanto sei amato e degno di vivere la tua vita al meglio delle tue possibilità.

Il loro compito è quello di supportarti nelle tue esperienze quotidiane, nel farti sentire amato e consapevole di quella dimensione verticale, divina, che è parte dell’essenza della tua Anima. Affinché tu abbia la possibilità di guardare a ciò che ti accade con una visione molto più ampia e costruttiva di quella di cui normalmente si avvalgono la maggior parte delle persone, ovvero la visione mentale, una visione dettata da quello che hanno sperimentato nella loro vita e quindi limitata, essi cercano di attrarre la tua attenzione attraverso diversi segni.
Lo fanno sussurrandoti continuamente i loro suggerimenti che arrivano a te proprio attraverso una bellissima sensazione di “cosa giusta”, facendoti così intuire le risposte alle tue domande.

Fa’ quindi attenzione a intuizioni, sincronicità, piccoli oggetti che trovi sul tuo cammino, come piume e monetine e a tutto quello che ti fa fermare e riflettere perché senti che è molto di più di quello che sembra e ha un messaggio da portarti.

Come chiedere aiuto al tuo Angelo

angeli

Parla con il tuo Angelo come faresti con il tuo migliore amico.
Convieni con lui un segnale di conferma per i messaggi che ti giungeranno: un numero, un simbolo, un animale simbolico, in modo che quando gli chiederai aiuto e risposte egli ti potrà comunicare anche attraverso quel segno e tu acquisirai maggiore fiducia in questo vostro dialogo.

Non avere paura di essere troppo diretto nel chiedere, anzi, più chiare e precise saranno le tue domande più saranno limpide le risposte e facili da percepire e comprendere. Chiedi per te stesso e non intrometterti nella vita altrui, ciò che puoi fare per gli altri è rispettare il loro cammino e al più pregare per loro inviandogli buona energia affinché essi possano a loro volta sentire la presenza del loro Angelo a fianco. Per aiutare al meglio gli altri la prima cosa da fare è aiutare te stesso e con la consapevolezza di poterti avvalere di creature tanto benevole e vicine allora tutto il cammino si alleggerirà e la visione di possibilità più ampie si aprirà ogni giorno di più.

Ricorda, un Angelo non ti farà mai sentire male. ti aiuterà a superare i momenti difficili infondendoti fiducia e facendoti sentire amato. Un Angelo ti accompagnerà a vedere oltre le tue paure, ti mostrerà la realtà di ciò che ti circonda per quella che è e che cosa non rappresenta un bene per il tuo cammino.

Nulla ti verrà mostrato né fatto percepire finché non sarai pronto a vederlo, un Angelo non forzerà mai la tua Anima.

Se ti va di approfondire la mia storia e come ho scoperto di riuscire a comunicare con gli Angeli e a percepire altre entità e realtà non visibili ti invito a leggere il mio libro.

Conoscevi questi aspetti degli Angeli?

Ti va di raccontarmi la tua esperienza in merito?

Questo articolo ha 4 commenti

  1. Manuela

    Grazie mille Barbara ❤️. Ho sempre pensato che sentire e comunicare con gli Angeli fosse un dono riservato a persone speciali dotate di una sensibilità e un’apertura di cuore non comuni. Ma grazie alle tue parole proverò a comunicare con loro. Senza aspettative e senza sentirmi sempre inadeguata

    1. admin

      Cara Manuela, grazie a te per aver apprezzato questo articolo e averlo trovato utile. Percepire la presenza degli Angeli attraverso la propria sensibilità è qualcosa di molto personale, ma l’aprire il cuore a questa comunicazione in qualche modo porta a cambiare quello che è la consuetudine di pensare che non sia possibile sentirne la presenza accanto attraverso le sensazioni e delle modalità che solo vivendole si comprendono. Certamente non tutti abbiamo lo stesso tipo di percezione, chi come me ne avverte la presenza costante, le parole, le immagini veicolate, le conoscenze, attraverso sensi difficili da descrivere forse lo vive in un modo diverso, ma tutti abbiamo il dono di averli accanto e poter in qualche modo comunicare con loro. Allora un segno, una sensazione, una frase sentita pronunciare, un tocco lieve, una sincronicità diventano risposte alle nostre domande. Solo provando a comunicare con loro puoi capire la tua modalità. Un abbraccio, Barbara

  2. Claudia

    Il fatto che ci sia qualcuno che ti dicacome fare in modo pratico, è bellissimo. La teoria la spiegano in tanti, la pratica tu❤️.
    Grazie mille

    1. admin

      Grazie Claudia, sono davvero felice di questo. Credo che nel parlare di spiritualità ci sia bisogno di un collegamento alla vita pratica, altrimenti rimangono solo delle belle parole. Di nuovo grazie dal mio ❤️.

Lascia un commento