Al momento stai visualizzando Tre modi per prenderti cura del tuo spazio sacro

Tre modi per prenderti cura del tuo spazio sacro

  • Categoria dell'articolo:Il tuo spazio sacro
  • Tempo di lettura:5 minuti di lettura
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

Esiste uno spazio entro il quale tutto accade nella tua vita e questo spazio sei tu.

In esso decidi cosa e chi far entrare, ed è attraverso questo passaggio che vai a determinare la qualità di quello che lo nutrirà, lo sosterrà e lo condurrà attraverso i sentieri della tua vita.

Uno spazio che accoglie la tua Anima e che quindi dovresti trattare con la massima cura e Amore, perché in esso troverai quel sostegno che ti serve per stare bene con te stesso e ascoltarti nei momenti di riflessione e cambiamento.

Ti suggerisco tre modi con cui rendere più accogliente il tuo spazio sacro.

Nutriti con consapevolezza

Ciò che mangi è ciò che diventi, quindi poni ben attenzione alle tue scelte alimentari, le quali, oltre a determinare in maniera rilevante il tuo benessere fisico e mentale, influiscono anche sul tuo campo energetico.

Come?

Un alimento non è solamente un alimento, perché tutto quello che contribuisce alla sua creazione va a determinare anche la sua vibrazione finale: allevamenti intensivi, prodotti chimici, manipolazioni genetiche, molteplici processi industriali, metodi di conservazione discutibili, porteranno vibrazioni molto basse al tuo organismo; oppure coltivazioni nel rispetto dei cicli naturali, assenza di pesticidi, produzioni manuali fatte con amore e attenzione al mantenimento delle qualità organolettiche dell’alimento stesso, favoriranno vibrazioni più benefiche ed elevate al tuo nutrimento.

Anche il modo in cui consumi i tuoi pasti fa la differenza: se mentre mangi sei disattento e ingoi tutto velocemente senza assaporare ciò che hai messo nel piatto, questo si ripercuoterà sul tuo benessere fisico. Il momento del pasto è un momento di amore verso te stesso, nel quale puoi trovare un senso di gratitudine e sano piacere nel nutrirti di cibo preparato con cura e con una scelta attenta degli ingredienti.

Allora cucinare diventerà un momento di meditazione e di riconnessione con te stesso.

Ascoltati

L’ascolto richiede uno spazio in cui poter accadere, sia interno che esterno a te.

Trova un luogo nel quale sai di riuscire a sentirti a tuo agio e non essere disturbato, un luogo che sia il riflesso di ciò che vorresti trovare dentro di te per sentirti in pace e tranquillo.

Quel luogo diventa una sorta di casa che puoi portare sotto forma di vibrazione anche quando non sei fisicamente in quello spazio fisico prescelto.

Ascoltare le tue sensazioni, le tue emozioni, il tuo corpo, ti permette di comprendere chi sei, come ti senti in quel momento della tua vita, cosa hai fatto tuo pur non appartenendoti e cosa invece è  imprescindibile dal linguaggio della tua Anima.

La conoscenza di te stesso è fondamentale per poter sviluppare e utilizzare con consapevolezza le tue abilità interiori, le quali ti sosterranno in ogni ambito della tua vita.

Stimola la tua mente

Una mente che non viene nutrita e stimolata rimane chiusa e alimenta emozioni non positive, le quali, a loro volta andranno a rafforzare i pensieri che le hanno indotte, creando un circolo vizioso di abitudini malsane.

Cercare di aprire la tua mente leggendo, interessandoti a cose nuove, facendo esperienze sempre diverse, ti permette di evitare di rimanere ingabbiato in schemi rigidi che alimenterebbero una personalità intransigente, con abitudini non proprio costruttive ed evolutive per il cammino della tua Anima.

Lo spazio della mente, così sovraccarico di pensieri, va ripulito costantemente affinché in esso non ristagnino convinzioni limitanti.

Avere una mente elastica e curiosa è quanto di più sano ti è dato supportare per mantenere quello spazio sacro che sei in continua evoluzione e crescita del tuo benessere psicologico.

In conclusione, fammi sapere quale tra queste modalità hai trovato più di supporto per proteggere e coltivare con positività il tuo spazio sacro.

Lascia un commento